Italia: Zingaretti si dimette da segretario del PD, dirigenti sorpresi

ATS

4.3.2021

Soddisfatto il segretario del Partito democratico Nicola Zingaretti.
Nicola Zingaretti ha annunciato le sue dimissioni da segretario del Partito democratico.
Keystone/EPA ANSA/GIUSEPPE LAMI

«Lo stillicidio non finisce. Mi vergogno che nel PD, partito di cui sono segretario, da 20 giorni si parli solo di poltrone e primarie». Lo scrive su Facebook Nicola Zingaretti annunciando le dimissioni da segretario del Partito democratico. I vertici del partito si dicono sorpresi, nessuno era stato informato.

ATS

4.3.2021

«Visto che il bersaglio sono io, per amore dell'Italia e del partito, non mi resta che fare l'ennesimo atto per sbloccare la situazione. Ora tutti dovranno assumersi le proprie responsabilità. Nelle prossime ore scriverò alla presidente del partito per dimettermi formalmente. L'Assemblea nazionale farà le scelte più opportune e utili»

Il post di Zingaretti

Facebook

Nicola Zingaretti era segretario del PD dal 17 marzo del 2019, dopo che nelle primarie del partito aveva sconfitto gli altri due candidati Maurizio Martina e Roberto Giacchetti, ottenendo oltre il 60% delle preferenze.

Sorpresa tra i dirigenti del PD

Choc tra dirigenti e parlamentari del Partito democratico (PD) dopo l'annuncio del segretario Nicola Zingaretti di volersi dimettere. Nessuno, spiegano all'agenzia di stampa italiana Ansa diversi esponenti anche di maggioranza, era stato informato della decisione del leader.

C'era attesa per l'assemblea nazionale del 13 marzo per capire come affrontare le tensioni interne e la richiesta della minoranza di fare il congresso, che il segretario PD aveva già respinto nell'ultima direzione. Ma nessuno si immaginava un gesto così eclatante da parte del segretario, riferisce l'agenzia.