Dopo il bagno di sangue Kenya: il presidente rimuove quasi tutti i ministri

SDA

11.7.2024 - 15:11

Il presidente kenyota William Ruto.
Il presidente kenyota William Ruto.
Keystone

Il presidente del Kenya, William Ruto, ha rimosso tutti i ministri del suo governo, con eccezione del suo vice, Rigathi Gachagua, e del primo segretario di Gabinetto e ministro degli Esteri, Musalia Mudavadi.

11.7.2024 - 15:11

Lo ha annunciato lo stesso Ruto, in diretta televisiva dal palazzo presidenziale.

La decisione segue due settimane di proteste da parte di migliaia di giovani e della società civile in tutto il Paese, proteste degenerate in violenze e scontri con la polizia, che hanno provocato almeno 41 morti e 300 feriti.

«Ho constatato che, nonostante i risultati raggiunti dal mio governo – ha detto Ruto – e nonostante l'annullamento della legge finanziaria, le aspettative del popolo nei miei confronti sono molto alte. In considerazione di ciò e delle performance dei ministri del mio governo, ho deciso di sciogliere l'interno gabinetto, ad eccezione del vicepresidente e del primo segretario e ministro degli Esteri».

Ruto ha poi promesso di intraprendere ampie consultazioni per costituire un «governo di larghe intese» che acceleri le riforme e riduca gli sprechi.

A margine della conferenza stampa alla State House, come riporta Capital News, Ruto ha indicato che le consultazioni saranno «trasversali a diversi settori e formazioni politiche» per aiutarlo ad accelerare «la necessaria attuazione urgente e irreversibile del programma che abbiamo per affrontare l'onere del debito e il drago della corruzione».

SDA