L'uragano Pamela ha toccato terra a Sinaloa

SDA

13.10.2021 - 18:00

Foto satellitare dell'uragano
Keystone

L'uragano «Pamela» di categoria 1 ha toccato terra oggi nel comune di San Ignacio, nello stato di Sinaloa del nord-ovest del Messico, con venti massimi di 120 chilometri all'ora.

SDA

13.10.2021 - 18:00

La popolazione è stata messa in massima allerta da ieri dalla protezione civile, che ha chiesto loro di allontanarsi dalle zone vulnerabili e di recarsi nei rifugi allestiti in zone sicure.

Il governo dello stato messicano ha decretato la sospensione delle attività nelle scuole e negli uffici scolastici, mentre anche i negozi sono rimasti chiusi e le fabbriche hanno concesso un giorno di riposo ai lavoratori.

La Commissione nazionale dell'acqua ha sottolineato che il fenomeno provoca piogge torrenziali, raffiche di vento molto forti e onde alte sulle coste della Bassa California del Sud, Sinaloa e nelle regioni nord-ovest e occidentali del Messico. La zona di prevenzione copre sia Sinaloa sia lo stato occidentale di Jalisco.

Il Servizio Meteorologico Nazionale (Smn) ha avvertito che le piogge causate dall'uragano potrebbero provocare frane, innalzare il livello di fiumi e torrenti e inondare le zone basse.

Nel suo passaggio lungo la costa del Pacifico, Pamela aveva raggiunto la categoria 2, ma prima di raggiungere terra ha ridotto la sua intensità alla categoria 1. Si stima che il raggio di influenza dell'uragano copra almeno otto stati, tra cui Coahuila, Nuevo León e Tamaulipas, nel nord-est del Messico.

Pamela è il sedicesimo uragano della stagione del Pacifico, iniziata il 15 maggio con termine a novembre.

SDA