Disordini a Gerusalemme

Netanyahu: «Siamo con la polizia, dai media immagini false»

SDA

10.5.2021 - 12:23

Gli scontri sono andati avanti a lungo.
Gli scontri sono andati avanti a lungo.
Keystone

La battaglia in corso «per lo spirito di Gerusalemme» è «la lotta secolare tra tolleranza e intolleranza, fra violenza selvaggia e mantenimento di ordine e legge». Lo ha detto il premier israeliano Benyamin Netanyahu.

SDA

10.5.2021 - 12:23

«Elementi che ci vogliano espropriare dei nostri diritti, ci spingono periodicamente ad erigerci con una posizione forte come sta facendo adesso la polizia che appoggiamo. Solo la sovranità israeliana consente la libertà di culto per tutti».

«Le immagini dei mass media mondiali – ha concluso – sono distorte e falsificano la situazione: la verità alla fine prevarrà».

Nel frattempo secondo la Mezzaluna Rossa è salito a 215 il numero dei feriti o dei contusi tra i manifestanti palestinesi negli scontri con la polizia sulla Spianata delle Moschee a Gerusalemme. Da parte sua la polizia parla di 10 feriti fra i suoi ranghi, di cui due ricoverati in ospedale. Gli agenti avrebbero anche evitato il linciaggio di un automobilista israeliano.

Fonti locali riferiscono anche di preparativi a Gaza per dimostrazioni a confine. Intanto la Turchia ha chiesto che finisca «la violenza di Israele contro persone innocenti».

SDA