Gran Bretagna

Partygate: Scotland Yard ha avviato un'indagine

SDA

25.1.2022 - 12:04

Il premier britannico Boris Johnson.
KEYSTONE/EPA/PIPPA FOWLES/n10 DOWNING STREET / HANDOUT

Scotland Yard ha avviato un'indagine sullo scandalo partygate per le feste realizzate a Downing Street in presunta violazione delle regole anti-Covid. Lo ha annunciato la comandante della Met Police, Cressida Dick.

SDA

25.1.2022 - 12:04

La commissioner Dick ha affermato che sono finiti sotto la lente della forza di polizia «un certo numero di eventi» degli ultimi due anni svoltisi a Downing Street e Whitehall, rispetto ai quali si deve ora valutare se ci sia stato o meno una violazione della legge.

È stata l'alta funzionaria Sue Gray, che sta conducendo l'inchiesta indipendente sul partygate, a segnalarli. L'indagine, secondo un portavoce del Cabinet Office, è destinata ad andare avanti ma la pubblicazione del rapporto conclusivo, attesa in questi giorni, verrà molto probabilmente rinviata. Tutto questo rappresenta un colpo durissimo per il premier conservatore Boris Johnson, la cui leadership appare sempre più a rischio.

Nell'annunciare l'avvio delle indagini, la comandante di Scotland Yard ha precisato che è stata assicurata piena collaborazione dal Cabinet Office e che l'azione della polizia sarà «imparziale» e senza timori di pressioni da parte di Downing Street.

Dick ha affermato anche di comprendere del tutto la preoccupazione dei britannici per le accuse rivolte al governo e ha aggiunto: «La grande maggioranza delle persone ha agito in modo responsabile durante la pandemia». L'indagine potrebbe molto probabilmente riguardare le testimonianze degli agenti di polizia che sono impegnati nel servizio a Downing Street.

SDA