Perù

Respinto il ricorso di Castillo, resterà in carcere 

SDA

30.12.2022 - 10:15

La sezione penale della Corte suprema peruviana ha confermato la carcerazione preventiva per 18 mesi per l'ex presidente Pedro Castillo.

Pedro Castillo (archivio).
Pedro Castillo (archivio).
KEYSTONE/EPA/PAOLO AGUILAR

SDA

30.12.2022 - 10:15

È accusato dalla Procura generale dei reati per le accuse di ribellione, cospirazione, abuso di autorità e grave perturbazione dell'opinione pubblica. Lo riferisce il quotidiano La Republica.

«Il ricorso presentato dall'indagato José Pedro Castillo Terrones – si legge nella delibera del tribunale – è dichiarato infondato. fondata, in parte, invece l'istanza presentata dal pubblico ministero della seconda Procura specializzata in reati commessi da pubblici ufficiali».

Castillo, destituito il 7 dicembre dal Parlamento e sostituito dalla sua vice Dina Boluarte, dovrà quindi attendere nel carcere di Barbadillo a Lima la fine dell'istruttoria che lo riguarda, per poi essere eventualmente processato.

La sua estromissione dal potere ha causato una vasta reazione popolare antigovernativa e antiparlamentare, soprattutto nel centro-sud del Paese, con scontri fra manifestanti e polizia che hanno avuto un bilancio di almeno 28 morti e centinaia di feriti.

SDA