Giustizia

Russia: Navalny di nuovo in isolamento per aver detto «fuck»

SDA

14.12.2022 - 14:14

Il leader dell'opposizione russa detenuto Alexei Navalny ha scritto su Twitter di essere stato trasferito in una cella di isolamento per 12 giorni, dopo esserne uscito solo per 24 ore, per aver usato la parola "fuck" parlando con un compagno di cella.
Il leader dell'opposizione russa detenuto Alexei Navalny ha scritto su Twitter di essere stato trasferito in una cella di isolamento per 12 giorni, dopo esserne uscito solo per 24 ore, per aver usato la parola "fuck" parlando con un compagno di cella.
Keystone

Il leader dell'opposizione russa detenuto Alexei Navalny ha scritto su Twitter di essere stato trasferito in una cella di isolamento per 12 giorni, dopo esserne uscito solo per 24 ore, per aver usato la parola «fuck» parlando con un compagno di cella.

SDA

14.12.2022 - 14:14

«La mia ultima pausa dalla cella di punizione non è durata molto, esattamente un giorno. Sono stato rilasciato lunedì e poi rinchiuso di nuovo ieri. Questa volta mi hanno dato 12 giorni per aver «usato la parola «fuck» in una conversazione con un compagno di cella».

«Questa detenzione non è la più illegale, nel senso che lo sono tutte, ma è certamente la più cinica: immaginatevi una commissione di 10 poliziotti corpulenti, ognuno dei quali non solo usa un linguaggio scurrile, ma praticamente lo parla», ha scritto Navalny.

E ha raccontato: «Sono tornato in cella d'isolamento e il mio ex compagno di cella mi ha detto: «Perché sei di nuovo qui? Sei appena uscito». Gli ho detto che avevo preso altri 12 giorni per avergli detto la parola «fuck». Lui mi ha guardato per qualche secondo, non capendo se stessi scherzando e quando ha capito che era vero, ha detto indignato: «Cazzo, non è possibile».

Questa è la nona volta che Navalny viene trasferito in isolamento, da quando sei mesi fa è stato trasferito in una colonia penale a più di 250 km a est di Mosca. Il dissidente è il volto più conosciuto dell'opposizione russa al presidente Vladimir Putin, sta scontando pene detentive per un totale di 11 anni e mezzo con una serie di accuse, tra cui quella per frode, che respinge tutte come accuse inventate.

SDA