Shopping di lusso: Barneys in bancarotta

ATS

6.8.2019 - 19:27

Letali acquisti online e affitti alle stelle.
Source: KEYSTONE/AP/BEBETO MATTHEWS

Il boom delle vendite online e il caro-affitti a New York non lasciano scampo a Barneys. La mecca dello shopping di lusso getta la spugna e fa ricorso alla bancarotta assistita, durante la quale prevede di chiudere 15 dei suoi 22 punti vendita.

Una sforbiciata che non tocca però il suo negozio simbolo, quello su Madison Avenue a New York, ovvero quello che ha contribuito maggiormente alla bancarotta in seguito all'affitto stratosferico, quasi raddoppiato quest'anno a 27,9 milioni dai precedenti 16,2 milioni.

Per navigare la procedura di bancarotta la società, che fa capo all'hedge fund Perry Capital, si è assicurata un finanziamento ponte da 75 milioni di dollari. Fondi che le consentiranno di avere almeno due mesi a disposizione per trovare un acquirente papabile ed evitare così la liquidazione.

Secondo indiscrezioni diverse manifestazioni di interesse sarebbero già emerse, ma servono i tempi tecnici per condurre la «due diligence». Per Barneys non si tratta comunque della prima bancarotta: l'ha già richiesta nel 1996 e l'ha evitata miracolosamente nel 2012 quando Perry Capital ha assunto il controllo della maggioranza della società.

Tornare alla home page

ATS