Sisma: almeno 12 morti in Turchia e due in Grecia

ATS

30.10.2020 - 19:54

La regione di Smirne è stata la più colpita dal terremoto
Source: KEYSTONE/AP/Ismail Gokmen

Continua ad aggravarsi in Turchia bilancio del terremoto nell'Egeo. Le vittime accertate nella provincia occidentale di Smirne sono salite a 12, secondo le autorità locali.

Una forte scossa di terremoto, di magnitudo 7.0, ha colpito nelle prime ore del pomeriggio le profondità del mar Egeo, circa 14 km al largo dell'isola greca di Samos.

Ma è nella vicina Turchia che si registra il bilancio peggiore, con almeno 12 vittime e oltre 520 feriti, una dozzina gravi, mentre a Samos i morti accertati sono due studenti di 15 e 17 anni, rimasti travolti dal muro di un edificio crollato, e si contano anche 8 feriti.

A pagare il prezzo più alto è stata l'area costiera di Smirne, terza metropoli turca dopo Istanbul e Ankara. Decine sono gli edifici crollati, alcuni dei quali completamente collassati. Sotto le macerie di una ventina di palazzi i soccorritori si sono affannati fino a tarda sera per cercare di estrarre vivi i numerosi dispersi.

È lotta contro il tempo

Una disperata corsa contro il tempo, mentre i feriti chiamavano aiuto a voce o inviando messaggi sui cellulari.

Tra le prime a essere salvate, una ragazza emersa in diretta televisiva nazionale da un cumulo di cemento. Le persone soccorse tra le macerie sono in tutto una settantina. Sul posto le autorità hanno inviato decine di ambulanze e mezzi d'emergenza, mentre missioni di solidarietà partivano dal resto del Paese.

Forte allarme ha suscitato anche il mini-tsunami, con onde alte un metro, che ha trasformato il distretto costiero di Seferhisar in uno scenario alluvionato. L'allerta maremoto è scattata a pochi minuti dal sisma sia in Turchia che sulle isole greche dell'Egeo, rientrando solo con il passare delle ore. Oltre cento sono state le scosse di assestamento.

Tornare alla home page

ATS