Patto indo-pacifico

Sottomarini: Johnson a Macron, 'dacci un taglio'

SDA

22.9.2021 - 15:27

Il premier britannico Boris Johnson (foto d'archivio)
Il premier britannico Boris Johnson (foto d'archivio)
Keystone

Il premier britannico Boris Johnson non sembra volerne più sapere delle polemiche francesi contro Aukus, il patto indo-pacifico sottoscritto da Usa, Regno Unito e Australia che ha messo fuori Parigi da una commessa miliardaria di sottomarini

SDA

22.9.2021 - 15:27

Dopo aver cercato di placare nei giorni scorsi il presidente francese Emmanuel Macron giurando «amore inestirpabile» verso la Francia, ora lo invita di fatto a darsi una calmata.

Il mio messaggio a lui, ha scherzato in anglo-francese il primo ministro dagli Usa, è «donnez moi un break»: dateci un taglio. Johnson ha poi insistito che Aukus aiuta la sicurezza globale, che non esclude nessuno e che non è ostile alla Cina.

Interpellato dai giornalisti britannici a Washington, Boris Johnson ha ribadito a nome del Regno che la Francia resta uno degli alleati «più cari» del Regno Unito; ma ha pure mostrato un certo fastidio per l'insistito furore di Parigi, provando a ridimensionarne le ragioni.

«Io penso semplicemente che alcuni dei nostri più cari amici si debbano ora dare una calmata ("prenez a grip") su questo argomento e darci un taglio ("donnez-moi un break")», ha motteggiato il premier Tory, usando comuni espressioni gergali inglesi mischiate a qualche parola di francese.

L'Aukus, ha poi rivendicato, «è fondamentalmente un grande passo in avanti per la sicurezza globale. È un accordo fra tre alleati dalla mentalità molto affine che si schierano spalla a spalla per creare una partnership stretta nella condivisione di tecnologie (militari). Ma non è escludente e non mira a tagliar fuori nessuno. Né è ostile alla Cina, per esempio».

SDA