Politica Spagna: ancora guerriglia urbana sotto la sede dei socialisti a Madrid

SDA

8.11.2023 - 10:05

Negli scontri davanti alla sede del Psoe sono rimaste ferite 39 persone, in gran parte poliziotti, e sei sono state arrestate.
Negli scontri davanti alla sede del Psoe sono rimaste ferite 39 persone, in gran parte poliziotti, e sei sono state arrestate.
Keystone

Cresce la protesta di piazza a Madrid contro il premier Pedro Sánchez e la sua proposta di amnistiare gli indipendentisti catalani. Martedì sera si sono verificati ancora incidenti e guerriglia urbana davanti alla sede nazionale del Partito socialista (Psoe).

8.11.2023 - 10:05

Come la sera prima, migliaia di manifestanti si sono dati appuntamento fuori dalla sede del Psoe, anche se stavolta gli agenti presenti sono oltre 300 e il loro cordone è molto più lontano dall'edificio rispetto alla vigilia.

Dopo oltre un paio d'ore di provocazioni e continui tentativi di forzare il cordone, dalla retrovia dei manifestanti sono partiti alcuni bengala e petardi, quindi una fitta sassaiola contro gli agenti.

Quasi 40 feriti

A quel punto la polizia, presente in forza, ha reagito con alcune cariche di alleggerimento, lanciando gas lacrimogeni, in modo da allontanare i manifestanti, tutti incappucciati.

Le forze dell'ordine hanno sparato anche alcuni proiettili di gomma per disperdere la folla. I feriti sono 39, tra cui 29 agenti di polizia. Sei gli arrestati.

La reazione di Sánchez

Il premier e leader socialista Pedro Sánchez ha affermato che «non ci aspettiamo nulla da coloro che, con azioni o omissioni, appoggiano l'assedio delle sedi dei socialisti. Il loro silenzio li ritrae. Ne vale la pena per il progresso sociale e la convivenza. Non spezzeranno il Psoe».

Mentre il leader del Partito popolare, Alberto Núñez Feijòo, ha indicato che «il malessere sociale è responsabilità di Sánchez, ma le proteste devono partire dal rispetto che è sempre mancato al Psoe e ai suoi alleati. Non siamo come loro. Non come la minoranza che agisce allo stesso modo. Ci vediamo domenica 12 alle 12.00 nelle piazze di tutta la Spagna».

SDA