Indignazione

Prete indagato per delle frasi sul caso delle bimbe rapite alle Canarie

SDA

14.6.2021 - 14:49

Tesserete: abusi sessuali in ambito ecclesiale. Nella foto un rosario appoggiato su un mobile
© Ti-Press / Pablo Gianinazzi
Immagine d'illustrazione
archivio Ti-Press

La procura spagnola ha aperto un'indagine su frasi pronunciate da un sacerdote delle isole Canarie in merito a un caso che ha sconvolto il Paese iberico negli ultimi giorni: quello di Anna e Olivia, due sorelline rapite dal papà – e, secondo la polizia, da lui uccise – a Tenerife. Lo riportano i media iberici.

SDA

14.6.2021 - 14:49

Il prete in questione, che si chiama Fernando Báez ed è un parroco sull'isola di Gran Canaria, ha sostenuto più volte pubblicamente che le presunte azioni del padre delle due bimbe sarebbero dovute ai «tradimenti» della madre. Gli inquirenti credono invece che l'uomo abbia rapito e ucciso Anna e Olivia per infliggere il dolore più grande possibile alla madre delle due, sua ex partner.

L'apertura di un'inchiesta da parte della procura è dovuta «all'indignazione sociale» provocata da «tali affermazioni», spiega un comunicato del pubblico ministero citato dall'agenzia di stampa Efe.

La diocesi delle isole Canarie ha invece preso le distanze dalle parole di Báez in una nota, esprimendo un «rifiuto categorico» di queste «dichiarazioni indegne».

SDA