Poliziotta fa strage di parenti per i soldi dell'assicurazione

SDA

22.10.2021 - 21:06

Una poliziotta sudafricana ha ingaggiato dei sicari per uccidere il proprio fidanzato e cinque parenti con lo scopo di intascarne i premi assicurativi.
Keystone

Una poliziotta ha ingaggiato dei sicari per uccidere il proprio fidanzato e cinque parenti con lo scopo di intascarne i premi assicurativi: lo ha stabilito oggi da un tribunale sudafricano nel processo che ha visto imputata la 46enne Rosemary Ndlovu.

SDA

22.10.2021 - 21:06

La donna, dopo aver sottoscritto un'assicurazione su vita e funerale dei propri parenti, ha organizzato l'uccisione di fidanzato, cugino, sorella, due nipoti e un altro parente tra il 2012 e il 2017, secondo la corte.

«Ndlovu ha commesso questi crimini dal momento che esistevano schemi e fatti simili legati alla morte di tutti i deceduti», ha affermato in una nota l'Autorità giudiziaria nazionale (NPA). Ndlovu ha incassato una cifra stimata in 1,4 milioni di rand – pari a 87.550 franchi – grazie a questi reati, ed è stata arrestata prima che completasse il suo piano sanguinario che coinvolgeva anche sua madre e un altro fratello.

Secondo quanto scoperto dal tribunale, inoltre, la donna aveva ingaggiato dei sicari per delle imboscate ai danni delle proprie vittime, uccise a colpi di arma da fuoco o a randellate. L'imputata ha ucciso personalmente sua sorella, mettendole del veleno nel tè e strangolandola quando questo non ha sortito l'effetto sperato, ha stabilito il processo.

L'accusa ha ribadito come la donna si sia fatta intestare l'assicurazione delle vittime per incassarne i premi. Ndlovu ha negato con forza i crimini e la sentenza è attesa all'inizio del mese prossimo.

SDA