Trump e Maduro confermano i contatti sulla crisi

ATS

21.8.2019 - 10:59

Il presidente americano Donald Trump.
Source: KEYSTONE/AP/ALEX BRANDON

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato ieri che sono in corso contatti «di altissimo livello» tra Caracas e Washington. Il presidente venezuelano Nicolás Maduro lo ha confermato aggiungendo che gli scambi hanno luogo «da mesi».

«Stiamo parlando con diversi rappresentanti del Venezuela. Aiutiamo il Venezuela nel miglior modo possibile», ha detto Trump alla Casa Bianca. «Non dirò chi, ma stiamo discutendo a livelli molto alti», ha aggiunto. Washington, che sostiene l'oppositore Juan Guaidó, non riconosce l'autorità di Maduro e sta facendo pressione perché lasci il potere. «Quindici anni fa era uno dei Paesi più ricchi al mondo. Ora è uno dei più poveri», ha detto ancora Trump.

«Confermo che per mesi ci sono stati contatti tra alti funzionari del governo degli Stati Uniti, di Donald Trump e del governo bolivariano che presiedo, con la mia esplicita autorizzazione», ha dichiarato in serata Maduro alla radio e alla televisione.

Lunedì, il capo del Comando meridionale statunitense, ammiraglio Craig Faller, ha garantito che la Marina degli Stati Uniti è pronta «a fare tutto quanto necessario» in Venezuela, dopo che Trump si è detto disposto a considerare un embargo totale sul Paese. Washington ha già imposto un embargo petrolifero in aprile.

All'inizio di agosto, il presidente americano ha ordinato il congelamento di tutti beni negli Stati Uniti del Governo venezuelano e ha vietato le transazioni con il regime socialista. In risposta a queste sanzioni, il 7 agosto Maduro ha sospeso il dialogo avviato da metà maggio tra i suoi rappresentanti e una delegazione dell'opposizione, sotto l'egida della Norvegia.

Tornare alla home page

ATS