Guerra in Ucraina

Colpiti obiettivi civili a Dnipro, russi vicino Kiev

SDA

11.3.2022 - 11:23

Due milioni e mezzo di persone, inclusi 116'000 cittadini di paesi terzi, sono fuggite dall'Ucraina dal quando la Russia ha invaso l'Ucraina
Keystone

Gli attacchi russi hanno colpito obiettivi civili a Dnipro, nell'Ucraina centrale, mentre le truppe di Mosca si avvicinano a Kiev, dove i funzionari sostengono che la capitale si sta trasformando in una «fortezza».

SDA

11.3.2022 - 11:23

Nelle prime ore di oggi, aerei da guerra russi hanno effettuato il primo attacco diretto contro Dnipro – riferiscono i servizi di emergenza – uccidendo una persona. Tre attacchi aerei hanno colpito un asilo nido, una abitazione e una fabbrica di scarpe.

Raid missilistici ci sono stati anche sulla città di Lutsk, dove è stato colpito l'aeroporto e almeno due persone sono rimaste ferite e altre sei ferite. Missili e cannonate segnalati anche su Ivano-Frankivsk, un centinaio di chilometri a sud di Leopoli. E da Mosca – dove il presidente Vladimir Putin ordina al suo esercito di sostenere anche l'invio di combattenti 'volontari' – arriva la conferma: sono bombardamenti di lungo raggio ed alta precisione contro altrettanti piccoli aeroporti.

E mentre le Nazioni Unite hanno annunciato che sono due milioni e mezzo le persone fuggite dall'Ucraina da quando la Russia ha invaso il paese il 24 febbraio scorso, il ministro della Difesa russo Serghei Shoigu riferisce che oltre 16'000 «volontari» da vari Paesi del Medio Oriente hanno espresso la volontà di essere arruolati per combattere nel Donbass con le autoproclamate repubbliche separatiste di Donetsk e Lugansk.

SDA