Venezuela

Venezuela, manifestazioni pro e contro il Governo nella Giornata della gioventù

SDA

12.2.2022 - 21:24

Due distinte manifestazioni - pro e contro il governo - si sono svolte in Venezuela.
Keystone

La Giornata della Gioventù è stata celebrata oggi a Caracas, capitale del Venezuela, con manifestazioni contemporanee convocate dal leader dell'opposizione, Juan Guaidó, e dal governo del presidente Nicolás Maduro.

SDA

12.2.2022 - 21:24

L'appuntamento nel quartiere di Chacao della capitale è stato una occasione per l'autoproclamato presidente ad interim venezuelano Guaidó per ribadire davanti a centinaia di persone, come riferisce il portale La Patilla, che è necessario «salvare il Venezuela» dalla «dittatura di Maduro».

Queste manifestazioni, ha ancora detto, sono «il sacrificio per giungere ad un Venezuela libero e democratico» e «per onorare tutti i giovani che hanno dato la vita per la libertà del Venezuela».

«Oggi siamo di nuovo in piazza perché si deve sottolineare che siamo la maggioranza», ha aggiunto, sollecitando l'opposizione a unirsi, perché «la dittatura ha una data di scadenza e quindi il Venezuela una opportunità di rinascita».

Intanto, ha riferito la tv statale Vtv, da numerosi Stati venezuelani sono giunti oggi a Caracas giovani che hanno partecipato ad un corteo partito dal quartiere di Petare verso il centro della capitale per incontrare il capo dello Stato.

Uno degli organizzatori della mobilitazione, Pedro Infante, ha sottolineato via Twitter che «i giovani 'chavisti' stanno inondando le strade, per mostrare la resistenza dei venezuelani alle imposizioni dell'imperialismo».

Da parte sua la responsabile per i Problemi della Gioventù del Psuv, Rodbexa Poleo, ha esaltato «i risultati e le rivendicazioni ottenuti dalla rivoluzione bolivariana per i giovani».

«Oggi- ha aggiunto – celebriamo anche il Guinness dei primati conquistato dall'Orchestra giovanile, il record olimpico e mondiale di Yulimar Rojas, le medaglie dei nostri atleti ai Giochi Olimpici e Paralimpici».

SDA