A Poschiavo si va a scuola senza telefonino

SwissTXT / pab

19.8.2019

Immagine d'illustrazione
Ti-Press

Lunedì è stato il primo giorno di scuola per i 403 ragazzi iscritti alle scuole comunali di Poschiavo, con una grande novità: l'uso del telefonino è ora vietato non solo in classe, ma in tutto l'edificio e nelle immediate vicinanze, dalle 7.30 del mattino fino alla fine delle lezioni.

Lo dice il regolamento redatto da direzione e collegio dei docenti, tanto che in molti hanno deciso di lasciare lo smartphone a casa, per paura di incorrere nel sequestro per una durata massima di tre giorni.

Prima di adottare il divieto, la scuola aveva distribuito un questionario agli allievi per conoscerne le abitudini con il cellulare.

Pareri discordanti sul provvedimento

I genitori gioiscono per il provvedimento, mentre i pareri fra i ragazzi divergono: per qualcuno è un bene, per altri una misura troppo drastica.

La tecnologia non è bandita del tutto dalle aule, anzi: se ne fa uso come previsto dal piano scolastico, ma sono i tablet scolastici e servono a imparare, non a navigare sui profili social personali.

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page