AITI contro la No Billag

SwissTXT

10.1.2018 - 19:13

Stefano Modenini, direttore dell'Associazione industrie ticinesi
SwissTXT

L'Associazione industrie ticinesi (AITI), invita a respingere l'iniziativa No Billag in votazione il 4 di marzo.

"Il servizio pubblico", affermano in una nota per la stampa, "non è esente dalle critiche, ma svolge un ruolo importante sul piano democratico e contribuisce alla stabilità politica". Gli industriali sono dell'avviso che sia auspicabile "la revisione dell'ordinanza sulla radiotelevisione in vigore, nel senso di abolire l'obbligo di pagamento del canone per le imprese". Tuttavia, secondo l'AITI, si tratta di un'iniziativa troppo radicale e perciò va bocciata. L'AITI ricorda pure che l'eventuale accettazione colpirebbe in particolar modo la Svizzera italiana.

Tornare alla home page

SwissTXT