All'ospedale di Castelrotto già occupati 23 letti su 26

SwissTXT / pab

14.4.2020

L'entrata principale dell'Ospedale Malcantonese e della Casa anziani, Fondazione Rossi, prima della posa dei cartelli relativi al COVID-19
archivio Ti-Press

Pazienti COVID-19 a destra, altri pazienti e residenti in casa per anziani dall'altra.

Un cartello a un centinaio di metri dall'entrata dell'ospedale di Castelrotto è il primo segno tangibile delle misure che, in primo luogo, devono garantire il totale isolamento dei pazienti colpiti da coronavirus da tutti gli altri.

Già occupati 23 dei 26 letti a disposizione

L'ospedale malcantonese ha trasformato un intero reparto per accogliere in sicurezza malati in via di guarigione, ma che necessitano di un periodo di riabilitazione e di recuperare la capacità respiratoria, specialmente se passati dalla terapia intensiva.

Sono già occupati 23 dei 26 letti a disposizione e l'età media dei ricoverati è di 73 anni.

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page