Altro che «Uffa»: anno da record per gli impianti del Brambrüesch

SwissTXT / pab

18.9.2019

La funivia che parte dal centro di Coira
chur.graubuenden.ch

Gli impianti di risalita del Brambrüesch, a Coira, chiudono la stagione estiva annunciando un anno record.

Nel 2018-2019 la cifra d'affari della società ha sfiorato i 3 milioni di franchi, certificando così anche il successo della stagione estiva. Mentre per quanto riguarda il nuovo slogan «Uffa» (ossia: sù, sali) la direzione dell'impianto ha deciso di registrarlo quale marchio protetto.

«Il miglior risultato dei nostri 60 anni di storia»

«Abbiamo ottenuto il miglior risultato dei nostri 60 anni di storia», ha detto ai microfoni di Grigioni Sera della RSI Reto Küng, responsabile della comunicazione della funivia, la cui stazione di partenza si trova nel bel mezzo città di Coira.

«Certo - ha ammesso - viviamo sempre ancora di sovvenzioni pubbliche, ma in proporzioni minori rispetto al passato, essendo queste ultime passate dal 45 al 31 % negli ultimi quattro anni».

Registrato lo slogan «Uffa»

Dai risultati presentati mercoledì emerge in particolare il buon andamento della stagione estiva, periodo dell'anno che nonostante l'assenza della neve assicura agli impianti il 55% dei ricavi.

Stimolati dal successo dell'abbonamento annuale, pubblicizzato con il termine dialettale «Uffa», i dirigenti del Brambrüesch hanno deciso di registrare all'Istituto federale della proprietà intellettuale il nuovo slogan. Pronti però a condividerlo con chiunque desideri collaborare con gli impianti di risalita.

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page