Calcio regionale, un’intera squadra in quarantena

SwissTxt / pab

5.7.2020 - 22:15

IMMAGINE D'ILLUSTRAZIONE
Ti-Press / archivio

Un giocatore di una compagine del calcio regionale ticinese è risultato positivo al test per il nuovo coronavirus dopo essere tornato dalle vacanze in Italia. Oltre 20 persone messe in quarantena.

Un’intera squadra sottocenerina, che milita nel calcio regionale, è finita in quarantena per 10 giorni, dopo che un calciatore è risultato positivo al tampone per il COVID-19. Il provvedimento tocca una ventina di giocatori tra i 18 e i 30 anni, così come le persone che sono entrate in contatto con lui, ma nessun membro dello staff.

La notizia, anticipata da TicinOnline, è stata confermata dal medico cantonale alla RSI.

Rientrato dalle vacanze al mare in Italia, l'uomo, che non aveva sintomi, si è allenato con la sua squadra. Non sentendosi bene, dopo alcuni giorni, il giocatore ha fatto il tampone ed è risultato positivo. Si tratta dunque di un nuovo caso di COVID-19 importato dall’estero.

Finora poche squadre hanno ripreso gli allenamenti poiché le partite inizieranno solo a fine agosto e i giocatori devono seguire una serie di norme nel quadro del Piano di protezione Covid-19 delle misure sanitarie e epidemiologiche dell’Ufficio federale della sanità pubblica.

Tornare alla home page