Caldo da record in montagna, a Poschiavo oggi quasi 20°

Swisstxt

1.1.2022 - 16:44

Una quindicina di gradi anche a quasi 2'000 m
archivio tipress

Il nuovo anno è iniziato con un caldo anomalo nella Svizzera italiana, specialmente in altura. Nei prossimi giorni, al nord delle Alpi, dovrebbe arrivare la neve. 

Swisstxt

1.1.2022 - 16:44

La giornata di sabato ha fatto segnare anche alcuni record per il mese di gennaio e per la stagione invernale. A rilevarlo è MeteoSvizzera, che in un tweet ha pubblicato alcune temperature registrate durante questa prima giornata del 2022.

Spicca Poschiavo, dove la colonnina di mercurio ha toccato i 19,2°C: un primato per il mese di gennaio.

Temperature fuori norma anche a Cimetta, dove sono stati registrati 16,6°C (un record per la stagione invernale), a San Bernardino (13°C) e sul Monte Generoso con 14,3°C.

Sei stazioni su 25 hanno fatto segnare massimi storici, in due casi addirittura stagionali.

«In 6 stazioni su 25 della Svizzera italiana sono stati superati i record dall’inizio delle misurazioni in queste località. In due casi si tratta addirittura di record stagionali (inverno)», ha detto il meteorologo Luca Nisi alla RSI. «La causa è un anticiclone di origine subtropicale con una massa d’aria molte mite che ristagna sulle nostre regioni già da qualche giorno».

Secondo Nisi «questa era la giornata con la massa d’aria più calda. Da domani le temperature dovrebbero scendere un po', e nei prossimi giorni al nord delle Alpi dovrebbe nevicare. Al sud, però, per chi aspetta la neve non c’è ancora niente in vista».

Sempre alla RSI, Nisi non se la sente di dire che queste temperature inusuali siano da attribuire al cambiamento climatico, «avremmo bisogno di più dati per dimostrare un aumento della frequenza di questi picchi di caldo in inverno», ha concluso l'esperto.

Swisstxt