Ticino

Commesse pubbliche, legge da modificare

Swisstxt

14.12.2021 - 19:19

Una minoranza considera però la revisione contraria al diritto superiore
Una minoranza considera però la revisione contraria al diritto superiore
archivio Ti-Press

Il Gran Consiglio ticinese, che ha concluso martedì i lavori dell'ultima sessione del 2021, ha accolto a larga maggioranza una revisione della legge sulle commesse pubbliche volta a esentare dai concorsi, come già previsto per gli istituti di beneficenza e per quelli a sostegno delle persone disabili, gli enti che sono attivi nel campo dell'inserimento professionale.

Swisstxt

14.12.2021 - 19:19

Si tratta delle organizzazioni che allestiscono, ad esempio, corsi per disoccupati e attività che consentono di reintegrare nel mondo del lavoro coloro che sono alla ricerca di impiego. L'assegnazione di mandati tramite concorso, come è previsto attualmente dalla legge, è all'origine per questi enti di problemi burocratici e finanziari.

Una minoranza definisce però la revisione giuridicamente impraticabile. «È illecita perché lo dice il concordato intercantonale a cui il canton Ticino aderisce. Lo conferma il Consiglio di Stato e lo confermano i consulenti giuridici del Gran Consiglio. Non è conforme al diritto superiore», ha dichiarato il leghista Boris Bignasca.

«La nuova legge federale sugli appalti pubblici e il nuovo concordato intercantonale, cui per ora il Ticino non aderisce, prevedono l'esenzione», ha replicato il socialista Fabrizio Garbani Nerini, correlatore del rapporto di maggioranza, rilevando che in materia gli ultimi legislatori hanno ritenuto corretto agire in questa direzione.

Ora però il Governo, contrario alla modifica, intende formulare osservazioni e ha 3 mesi di tempo per inoltrarle alla Commissione economia e lavoro. Quest'ultima le prenderà in esame per poi sottoporle al plenum.

Swisstxt