Il caso dell'ex funzionario del DSS: «Il Cantone agì correttamente»

SwissTXT

27.6.2020 - 18:27

La sede della Divisione dell'azione sociale e delle famiglie a Bellinzona dove lavoravano Ivan Pau-Lessi e il funzionario condannato
Ti-Press

L'Amministrazione cantonale ha agito correttamente nella gestione del caso che riguarda l'ex funzionario del Dipartimento sanità e socialità condannato un anno e mezzo fa per coazione sessuale.

Lo precisa il Governo in una lettera. La lettera porta la data del 20 maggio ed è indirizzata all'avvocato Andrea Bersani, patrocinatore di Ivan Pau-Lessi che, nei primi anni 2000, era il diretto superiore dell'ex funzionario condannato.

Al processo, celebrato nel gennaio 2019, il giudice Marco Villa, pur senza fare nomi, aveva sottolineato come la vicenda sarebbe dovuta emergere ben prima del processo.

Tornare alla home page

SwissTXT