Covid

Il Ticino apre le vaccinazioni agli over 16, a Biasca nuovo centro

pab

28.5.2021

Il consigliere di Stato ticinese Raffaele De Rosa
Il consigliere di Stato ticinese Raffaele De Rosa
Ti-Press

A partire da oggi, in Ticino, le persone di 16 anni e più possono annunciarsi sulla piattaforma online, mettendosi in lista d’attesa per la vaccinazione in uno dei centri cantonali. Per far fronte alla grande richiesta viene aperto un ulteriore centro di vaccinazione a Biasca.

pab

28.5.2021

Il Ticino estende la campagna di vaccinazione a tutti coloro che hanno più di 16 anni. E ciò è valido da subito. Lo ha annunciato il direttore del Dipartimento della sanità e della socialità Raffaele De Rosa, aggiungendo che in questo fine settimana sono attese altre 39’000 dosi di Moderna.

Nei centri cantonali vengono somministrate circa 20’000 dosi a settimana. Questa settimana, in Ticino, sono state superate le 200’000 dosi somministrate, ha spiegato il capo del DSS, precisando che ad oggi è stato completamente vaccinato il 23% della popolazione.

Nuovo centro a Biasca

Intanto nel Cantone è stato allestito un nuovo centro vaccinale, il sesto, che apre i suoi battenti a Biasca, nello stabile ex Nickelmash AG in Via Industria 12, a partire dall’8 giugno. Lo ha annunciato il consigliere di Stato Norman Gobbi.

Il centro di Biasca si aggiunge a quelli di Giubiasco, Locarno, Lugano, Mendrisio e Tesserete. L’unico centro in cui viene somministrato il vaccino Pfizer/BioNtech rimane quello di Giubiasco, dove però i tempi di attesa sono i più lunghi (fino a 5 settimane), mentre in tutti gli altri viene somministrato Moderna (e i tempi di attesa vanno da 1 a 3 settimane per l'appuntamento).

Per i 16enne e i 17enni solo a Giubiasco

Il Cantone ricorda che i giovani tra i 16 e i 17 anni di età possono essere vaccinati unicamente con il vaccino di Pfizer. Quindi al momento dell’iscrizione è importante che i giovani di questa fascia di età scelgano il Centro di Giubiasco. In caso contrario il sistema informatico non assegnerà alcun appuntamento.

Il motivo per cui la lista di attesa a Giubiasco viene smaltita molto più lentamente rispetto altrove è che vi è un aumento costante delle forniture di Moderna, mentre invece quelle di Pfizer restano contenute.

Per far fronte a questa situazione e permettere a tutti di essere vaccinati in tempi ragionevoli, le persone in attesa di un appuntamento a Giubiasco riceveranno oggi un SMS con un link che permetterà loro, se lo vorranno, di iscriversi parallelamente in un altro Centro di vaccinazione. Questo non modificherà la loro posizione nella lista di attesa: continuerà a fare stato la data in cui si sono iscritte.

In 18'000 in lista d'attesa

Paolo Bianchi, direttore della Divisione della salute pubblica, dal canto suo ha detto che le persone in attesa del vaccino sono 18’000, spiegando che la lista si esaurirà nel corso della prossima settimana.

La priorità verrà comunque data sempre alle fasce d’età superiori o alle categorie a rischio.

Subito dopo l'annuncio il sito del cantone è andato in tilt perché preso letteralmente d'assalto, così come la hotline. In pochissimi minuti, come reso noto alla fine della conferenza stampa da Bianchi, si sono verificate 20'000 iscrizioni. Le autorità invitano chi si iscrive a dare prova di pazienza. 

Dove iscriversi?

Le autorità ricordano che per iscriversi è necessario essere domiciliati in Canton Ticino ed essere in possesso di un numero di cellulare (proprio oppure di una terza persona).

Le persone che non sono in grado di effettuare una prenotazione online, o che non dispongono di un cellulare, possono rivolgersi al numero verde 0800 128 128 (tutti i giorni dalle 8.00 alle 17.30).

Il numero verde è inoltre disponibile anche per coloro che necessitano di spostare il secondo appuntamento nel rispetto del termine di 42 giorni dalla prima somministrazione.

Maggiori informazioni sulla pagina web www.ti.ch/vaccinazione.

La situazione pandemica

L’evoluzione della situazione è positiva in Ticino, che da alcuni giorni è il cantone con la minore incidenza a livello nazionale. In due mesi si è passati da 622 positività settimanali a 91.

Nel cantone si sono registrati otto nuovi casi, zero decessi, tre pazienti dimessi e nessun nuovo ricovero nelle ultime 24 ore.

I pazienti Covid ricoverati negli ospedali sono 15, di cui uno in cure intense.