Iniziativa parlamentare del PLR: «Giù le imposte dai redditi alti»

Swisstxt

27.7.2021 - 11:01

Il presidente cantonale Alessandro Speziali, fra i firmatari del testo
Il presidente cantonale Alessandro Speziali, fra i firmatari del testo
Ti-Press

L'aliquota massima per le persone fisiche per i redditi più alti scenda in una prima tappa dal 15,076% al 13% nel gennaio del 2024 e poi all'11,5% in una seconda tappa dal 2026, pareggiando quello federale e riportando il Ticino nella media nazionale.

Swisstxt

27.7.2021 - 11:01

È quanto chiede un'iniziativa parlamentare inoltrata in forma elaborata da Alessandra Gianella, Alessandro Speziali e Matteo Quadranti per il PLR e presentata oggi, martedì.

Il Ticino, sostengono i liberali-radicali, si distingue da anni per una «fiscalità attrattiva per i bassi redditi, moderata per quelli medi e poco interessante per quelli alti».

Lo scopo della proposta è quindi quello di ridurre il carico anche per una componente della popolazione molto mobile - che quindi potrebbe facilmente decidere di cambiare lidi - e che rappresenta «un'importantissima fonte finanziaria per molte realtà locali». Attualmente il 3% più abbiente delle persone fisiche paga il 35% totale delle imposte.

Le autorità cantonali stanno già esaminando la possibilità di una riforma fiscale da attuare nei prossimi anni: «Stiamo dando seguito alla decisione presa dal Parlamento nel 2019: aveva indicato che entro il 2024 dobbiamo presentare una riforma della legge tributaria che tocca le persone fisiche in sostituzione della diminuzione del moltiplicatore che attualmente è in vigore in maniera transitoria», ha spiegato il consigliere di Stato Christian Vitta.

Swisstxt