Online il progetto della Ferrovia Scuol – Malles

danu, ats

4.2.2021 - 15:32

In futuro il trenino rosso della Ferrovia Retica potrebbe collegare l'Engadina, la Val Monastero, la Val Venosta e la Valtellina.
Keystone

A due anni dalla sua fondazione, il gruppo di lavoro «Pro Bahnverbindung Scuol-Mals» presenta la sua piattaforma informativa. Oltre al tratto omonimo, il gruppo sta sviluppando anche il collegamento fra Santa Maria (GR) in Val Monastero e Bormio in Valtellina.

Il comunicato odierno del gruppo di lavoro apartitico, presieduto dalla Granconsigliera Valérie Favre Accola (UDC) di Davos (GR), si sofferma innanzitutto sulla pubblicazione del nuovo sito web www.scuol-mals.com, il quale ha il compito di raccogliere e diffondere le informazioni legate allo sviluppo del progetto dei possibili futuri collegamenti ferroviari fra l'Engadina Bassa e la Val Venosta (Tirolo del Sud) e fra la Val Monastero (GR) e la Valtellina.

Un gruppo bene assortito

Oltre alla presidente Favre Accola, il gruppo fondato nel 2019 è composto dal pianificatore del traffico Paul Stopper, dall'ex pianificatore cantonale dei Grigioni Erwin Bundi, dall'ex direttore del turismo di St. Moritz Hans Peter Danuser, dalla sindaca della Val Monastero Gabriella Binkert Becchetti, dai rappresentanti dell'Engadina Bassa Not Carl e Dario Giovanoli, e infine da Franziska Preisig per l'Engadina Alta.

Lavori in corso

Nel settembre 2020, i membri dei governi di Alto Adige, Tirolo, Grigioni e Lombardia hanno firmato una dichiarazione d'intenti che mira a migliorare la mobilità transfrontaliera, in particolare il trasporto ferroviario.

Nella sessione di dicembre 2020, Favre Accola ha presentato un'interrogazione parlamentare, sottoscritta da oltre la metà del membri del Gran Consiglio retico in rappresentanza di tutti i partiti. La parlamentare di Davos chiede al Governo dei Grigioni di voler riconsiderare il progetto a quasi 10 anni dalla sua prima presentazione.

Sul nuovo sito web è fruibile una presentazione video del rinomato ingegnere ferroviario svizzero Paul Stopper. Nella sua relazione di circa 15 minuti viene presentato il progetto «Eisenbahnentwicklungen im erweiterten Rätischen Dreieck Terra Raetica» ("Sviluppi ferroviari nel triangolo retico esteso Terra Reaetica"). Grazie alla costruzione dei due tratti ferroviari Scuol-Malles e Santa Maria-Bormio, sarebbe infatti possibile collegare le metropoli di Milano, Monaco di Baviera e Zurigo, valorizzando le Alpi Retiche italo-svizzere e senza dover alternare l'utilizzo di percorsi su gomma.

Tornare alla home page

danu, ats