Grigioni

Sostegno del Governo al progetto «alpinavera»

danu, ats

29.4.2021 - 12:20

Sono 93 le aziende grigionesi che fanno parte di dell'organizzazione per la promozione dei prodotti locali "alpinavera", ma sono soltanto 7 quelle del Grigioni Italiano.
Keystone

Il Governo dei Grigioni ha deciso di sostenere il progetto «alpinavera» con un contributo di 840'000 franchi per i prossimi quattro anni. Fra le 93 aziende produttrici grigionesi associate, soltanto 7 provengono dalle regioni di lingua italiana.

danu, ats

29.4.2021 - 12:20

L'associazione «alpinvera» è stata fondata nel 2006 per promuovere la vendita di specialità regionali e comprende i cantoni Grigioni, Glarona, Uri e Ticino. A livello nazionale è una delle quattro organizzazioni che possono far capo a finanziamenti della Confederazione. Sono «Das Beste der Region» che raggruppa i cantoni dell'Altopiano, «Culinarium» che comprende la Svizzera nord-orientale e «Pays romand – Pays gourmand» della Svizzera di lingua francese.

Oggi il Governo retico ha comunicato di aver concesso ad «alpinavera» un sostegno finanziario 840'000 franchi per i prossimi quattro anni, alla condizione che anche la Confederazione e gli altri cantoni membri contribuiscano come previsto dalla collaborazione.

Secondo il Governo retico la piattaforma per la promozione e la vendita dei prodotti locali «alpinavera» è cresciuta notevolmente negli ultimi anni. Grazie anche all'entrata del Canton Ticino nel 2017, ora è può contare sull'adesione di 554 aziende ben distribuite sul territorio.

Nei Grigioni sono attualmente 93 le aziende che vi hanno aderito in questi anni, ma soltanto sette provengono dalle valli del Grigioni Italiano, meno rispetto alla sola Val Müstair con 12 aziende, e meno dell'Engadina con 8 ditte iscritte. In Ticino sono 73 i produttori che hanno scelto questa piattaforma promozionale.

La direttrice di «alpinavera» Jasmine Said Bucher ha spiegato a Keystone-ATS che nei Grigioni vi sono alcune regioni che «preferiscono o scelgono di avvalersi di altri marchi certificati, come «100% Valposchiavo» oppure «Biosfera in Val Müstair».

Le traduzioni della piattaforma web «alpinavera» non sono complete: a volte manca l'italiano, a volte la versione in tedesco, mentre lo shop online è fruibile soltanto in tedesco. Jasmine Said Bucher ha risposto che nella prossima estate dovrebbe andare online il nuovo sito web e che sarà bilingue tedesco e italiano. Ha però precisato che il compito principale di «alpinavera» non è la vendita online di prodotti locali, bensì la certificazione e la promozione dei prodotti regionali in collaborazione con altre organizzazioni.

danu, ats