Covid

Dopo 12 giorni si torna a morire di Covid in Ticino

Swisstxt

17.5.2021 - 11:34

Rimane sostanzialmente stabile la situazione pandemica in Ticino e nei Grigioni, sia per il numero di nuove infezioni da Sars-CoV-2, che per quello delle ospedalizzazioni. In Ticino però, dopo quasi due settimane, si annuncia un morto a causa del virus.

Immagine d'illustrazione
Immagine d'illustrazione
Keystone

Swisstxt

17.5.2021 - 11:34

In Ticino lunedì vengono segnalate altre 9 infezioni, un dato che conferma la tendenza al calo dei nuovi casi nel Cantone (ieri erano 19), anche se, giova ricordarlo, a inizio settimana, vista la chiusura degli studi medici per il fine settimana, vengono effettuati meno test.

Viene inoltre registrato un ulteriore decesso legato al Covid-19, dopo 12 giorni in cui non ne erano avvenuti. Il bilancio delle vittime da inizio pandemia sale quindi a 992 morti.

Sul fronte ospedaliero è stato ricoverato un nuovo paziente a fronte di nessuna dimissione. Negli ospedali ticinesi sono quindi ricoverate 29 persone, di cui 6 in cure intense e 3 sottoposte a respirazione artificiale.

Nel cantone al momento risultano 332 persone in isolamento e 621 in quarantena.

Grigioni, leggero calo nelle ospedalizzazioni

Nei Grigioni vengono segnalati 8 nuovi casi nelle ultime 24 ore, un dato che conferma la tendenza alla diminuzione facendo il confronto con le settimane precedenti.

Le autorità retiche non hanno registrato ulteriori decessi legati al Covid-19, con il bilancio fermo a 188 morti dall’inizio della pandemia. 

Ci sono 160 casi attivi. Si segnala un leggero calo nelle ospedalizzazioni. Rispetto al giorno precedente, una persona in meno risulta ricoverata negli ospedali del cantone a causa della malattia, dove sono 17 i pazienti, di cui quattro in cure intense e tre sottoposte a respirazione artificiale (-1).

Swisstxt