Aumentano gli aiuti per i casi di rigore

SDA

23.2.2021 - 10:46

I Grigioni aumentano gli aiuti ai casi di rigore (archivio)
Keystone

I Grigioni aumentano gli aiuti per i casi di rigore coprendo da subito il 75% della perdita economica registrata dalle imprese che hanno dovuto chiudere per decisione delle autorità.

Inoltre per accedere agli aiuti i settori chiusi dovranno dimostrare un calo del fatturato del 15% e non del 40% come finora.

Nel quadro del programma per casi di rigore della Confederazione e del Cantone, Coira ha deciso di aumentare dal 50 al 75% la copertura della perdita per aziende che hanno subito un calo della cifra d'affari. «La perdita economica corrisponde sostanzialmente alla quota del calo della cifra d'affari attribuibile ai costi fissi», precisa un comunicato odierno.

Le imprese che hanno già presentato una domanda non devono ripresentarne una nuova mentre quelle che hanno già ottenuto contributi riceveranno automaticamente l'aiuto aggiuntivo.

Le imprese chiuse solo in parte e che quindi devono dimostrare un calo della cifra d'affari superiore al 40% possono chiedere che questa soglia venga applicata unicamente al settore chiuso, se il calo della cifra d'affari generale non raggiunge la soglia. Questa disposizione si applica ad esempio alle panetterie con una parte dedicata alla ristorazione che ha dovuto chiudere oppure un albergo con ristorante che non può più accogliere ospiti esterni.

Per i settori chiusi dalle autorità finora era necessario dimostrare un calo della cifra d'affari superiore al 40%, adesso invece la soglia sarà ridotta al 15%. Una panetteria con parte dedicata alla ristorazione dovrà quindi dimostrare un calo del fatturato in questo settore solo del 15%. Rimane invariata invece la soglia minima del 15% per il calo della cifra d'affari dell'intera impresa.

Quanto agli indennizzi per il commercio al dettaglio, i lavori preparatori sono quasi conclusi, annuncia il governo retico chiedendo «ancora un po' di pazienza». Per questo settore valgono le medesime regole, ma il calo della cifra d'affari dovrà riferirsi al periodo dal 1° marzo 2020 al 28 febbraio 2021.

Il Cantone introdurrà a breve un nuovo programma informatico per velocizzare i versamenti ai casi di rigore. Le domande relative al commercio al dettaglio saranno trattate col nuovo sistema, per questo è necessario attendere ancora un paio di settimane per la presentazione la richiesta. Il cantone raccomanda al settore di preparare nel frattempo la documentazione necessaria a dimostrare il calo della cifra d'affari.

Tornare alla home page