Grigioni

Parte della Val Calanca isolata dopo una frana

Swisstxt / SDA / Red

4.12.2022

Domenica mattina verso le 6.30 in Val Calanca, sulla strada tra Pciöt e Buseno, dopo il bivio per Castaneda e Santa Maria, è caduta una grossa frana.

Swisstxt / SDA / Red

4.12.2022

Gli specialisti hanno constatato la presenza di enormi massi sulla carreggiata, che hanno completamente ricoperto e danneggiato la strada per una lunghezza di circa 150 metri tra l'intersezione Castaneda e Molina.

In un secondo tempo è stato richiesto l'intervento dell'Ufficio tecnico cantonale il quale, a sua volta, ha interpellato il supporto di un geologo. 

Le autorità sono anche convinte che lo scoscendimento non abbia seppellito nessuno: non vi sono infatti segnalazioni di persone scomparse.

Poco prima delle 06.30 una cittadina aveva annunciato alle autorità di avere udito un forte boato. A seguito di tale segnalazione sono intervenute delle pattuglie della polizia e i corpi pompieri della bassa Mesolcina e Calanca.

Parte della Calanca è isolata

Viasuisse, riporta la RSI, ha comunicato che la strada è chiusa in tutte e due le direzioni. Oltre lo scoscendimento la valle è bloccata, dato che non ci sono deviazioni possibili.

Anche il cavo delle fibre ottiche è stato danneggiato: la Calanca è quindi isolata anche per quel che concerne la rete internet. Diversi villaggi, con le loro centinaia di abitanti, sono tagliati fuori dal mondo.

Non si sa ancora quanto tempo ci vorrà prima che la strada riapra. Un portavoce della polizia retica aveva indicato a Keystone-Ats che la strada sarebbe rimasta probabilmente chiusa tutto il giorno di sabato. Gli specialisti sono all'opera per valutare come ripristinare la viabilità. 

Spagnolatti: «È già capitato diverse volte»

Rosanna Spagnolatti, vice sindaca di Buseno e gran consigliera, ha commentato ai microfoni dell'emittente di Comano: «Putroppo in valle è già capitato diverse volte di rimanere isolati a causa di frane o scoscendimenti. In qualità di autorità comunale abbiamo un margine di manovra molto limitato visto che la strada è cantonale».

«Servirà comunque un incontro con le autorità cantonali per cercare di risolvere, anche per il futuro, questo tipo di situazione», ha aggiunto.