Moesa: spesa anziani come in Ticino. 6'000 maschere per la regione

SwissTXT

15.4.2020 - 11:30

Immagine d'illustrazione
Keystone / archivio

Lo Stato Maggiore Regione Moesa chiede a tutte le persone che hanno 65 o più anni di restare a casa e per la spesa di farsi aiutare da parenti, terzi o di usare i servizi comunali appositi. Consegnate ai comuni 6'000 mascherine.

Le autorità chiedono inoltre non solo agli anziani ma anche alle persone considerate a rischio di limitare gli spostamenti a quelli necessari per motivi medici, improrogabili motivi di lavoro nell’ambito di un’attività autorizzata e per svolgere attività motoria nei pressi dell’abitazione e di evitare di accudire minorenni.

Spesa per gli over 65 fino alle 10.00

Tuttavia in mancanza di alternativa, analogamente a quanto disposto in Ticino, anche nel Moesano le persone con 65 anni o più hanno la possibilità di accedere alle rivendite di generi alimentari fino alle 10.00.

In un comunicato diffuso nella serata di martedì, lo Stato maggiore della Regione Moesa ha precisato che «si invita la popolazione a lasciare a disposizione delle persone over 65 e delle altre persone considerate particolarmente a rischio l’accesso ai negozi di generi alimentari fino alle 10.00».

Ciò «per consentire a coloro che ne hanno bisogno di fare acquisti di necessità che non vengono forniti tramite i servizi comunali o la consegna a domicilio”. Rimangono vietati gli assembramenti con più di 5 persone.

6'000 mascherine di protezione

Nel loro aggiornamento sulla pandemia di Covid-19 le autorità precisano anche che alle cancellerie dei Comuni della Regione Moesa sono state consegnate, nei giorni scorsi, 6'000 mascherine di protezione.

Per quel che riguarda la loro distribuzione saranno direttamente le autorità comunali a fornire le informazioni nel dettaglio.

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page

SwissTXT