Nel Ceresio il 23 agosto per un «Giro di boa»

SwissTXT / pab

10.7.2020 - 22:34

Immagine d'illustrazione
archivio Ti-Press

È stata battezzata «Giro di boa» l'82esima edizione della traversata del lago di Lugano, che si terrà il 23 di agosto.

Un nome scelto perché quest'anno gli organizzatori hanno dovuto inventare un percorso e una formula inedita. «Un progetto costruito pian pianino nel tempo. Oggi annunciamo che al 99% l'evento avrà luogo», ha detto ai microfoni della RSI Urs Lüchinger, presidente dell'Associazione Traversata lago di Lugano.

Al massimo 260 partecipanti

«Giro di boa» anche come segnale concreto della volontà di provare a lasciarsi alle spalle il lungo periodo di chiusura dettato dal COVID-19 che ha in sostanza quasi azzerato il calendario sportivo popolare di Lugano.

L'edizione 2020 sarà giocoforza all'insegna delle misure di sicurezza. In questo senso il comitato organizzatore ha sviluppato un autentico piano di battaglia, che va dalla gestione dell'arrivo scaglionato dei partecipanti, che saranno al massimo 260, al mantenimento delle distanze sociali.

Per garantire la massima sicurezza, partenza e arrivo saranno al Lido di Lugano che per l'occasione resterà chiuso tutta la mattina. Le iscrizioni sono giunte a quota 100 in pochissimi giorni.

Tornare alla home page