Procedura dell’Ordine dei medici contro Ostinelli

Swisstxt

20.11.2020 - 19:16

Roberto Ostinelli
Roberto Ostinelli
archivio Ti-Press

L'Ordine dei medici del Canton Ticino ha aperto una procedura nei confronti del dottor Roberto Ostinelli.

Il medico di Mendrisio è nell'occhio del ciclone da mesi, durante i quali soprattutto sui social ha pubblicato affermazioni volte a sminuire la pericolosità della pandemia, scontrandosi con l'operato delle autorità sanitarie nazionali.

A Ostinelli vengono rimproverate le esternazioni sulla pandemia (sarebbe secondo lui un complotto volto a limitare le nostre libertà), e il suo sostegno alle teorie antivacciniste.

Secondo l'ordine dei medici, lasciano intendere che chi non la pensa come lui è parte di un piano complottista volto a danneggiare la popolazione stessa. Affermazioni che il dottore ha ribadito martedi su Teleticino in un confronto con il presidente delll'ordine dei medici Franco Denti.

La replica di Ostinelli

«Io sono sereno, accetto le regole e le decisioni dello Stato di diritto in democrazia, anche se certe cose non le condivido e le critico. Come persona, cittadino e medico ho però anche il diritto di contrastare quanto viene deciso, soprattutto se ci sono aspetti scientifici con documenti e studi che sempre di più vengono riportati a livello internazionale», ha replicato Ostinelli ai microfoni della RSI.

Negazionista, complottista? Roberto Ostinelli non ci sta. Ammette però che i toni di certe sue affermazioni sui social erano forse fuori luogo, non però i contenuti. «Sicuramente per certe terminologie mi posso anche scusare, ma non per la comunicazione scientifica legata al virus pandemico».

Broggini: «Nessun intento punitivo»

Il medico di Mendrisio rischia un rimprovero e un procedimento di allontanamento dall'ordine.

Ma la procedura avviata ha un altro scopo, come ha spiegato ai microfoni della RSI il vicepresidente dell’OMCT Nello Broggini: «Non partiamo dall’idea di punire una persona, piuttosto vogliamo rendere attenta e cosciente questa persona che divulgare delle affermazioni non veritiere e contraddittorie va contro il bene delle persone».

Nel comunicato l’Ordine dei medici si aspetta infine una presa di posizione del medico cantonale.

Tornare alla home page

Swisstxt