Rioccupazione Ex Macello

Rioccupazione dell'Ex Macello, Badaracco sarà sentito dalla procura

Red.

8.2.2022

Lugano: rioccupazione ex macello. Nella foto, un momento della manifestazione sul piazzale antistante all'ex macello di Lugano © Ti-Press / Samuel Golay
Lugano: rioccupazione ex macello. Nella foto, un momento della manifestazione sul piazzale antistante all'ex macello di Lugano.
© Ti-Press / Ti-Press

Il municipale di Lugano comparirà come persona informata sui fatti, in merito alla rioccupazione temporanea dell'area da parte di alcuni molinari a fine dicembre. Lo riferisce a RSI.

Red.

8.2.2022

La procuratrice pubblica Marisa Alfier, che coordina l'inchiesta aperta nei confronti di alcuni manifestanti che lo scorso 29 dicembre hanno rioccupato l'ex Macello di Lugano, ha deciso di sentire in audizione come persona informata sui fatti il vicesindaco di Lugano Roberto Badaracco.

L'informazione è stata confermata dallo stesso municipale alla RSI. Il ministero pubblico invece non rilascia dichiarazioni perché l'inchiesta è ancora alle fasi preliminari.

Giova ricordare che il 30 dicembre, dopo una rioccupazione di diverse ore dell'ex Macello da parte di alcune persone, la polizia cantonale aveva comunicato di aver fermato (e poi rilasciato) 11 persone.

Il reato principale ipotizzabile nei loro confronti era la violazione di domicilio. La denuncia era stata inoltrata dallo stesso Municipio della città.

I manifestanti non parlano

Quella notte però il vicesindaco Badaracco aveva aperto un dialogo con gli occupanti via telefono e sms, fornendo loro anche qualche rassicurazione in merito a un non intervento delle forze di polizia.

Secondo la RSI è ipotizzabile dunque che la procura voglia capire meglio i contenuti di questo scambio prima di proseguire con l'audizione dei manifestanti accusati di aver occupato abusivamente la proprietà comunale.

La parte di manifestanti già sentita dalla procura si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Lo hanno riferito i loro legali alla RSI. Spetterà dunque al vicesindaco raccontare la sua versione su come è andata quella notte. Si vedrà se il dialogo aperto dal municipale potrà in qualche modo influenzare la posizione degli imputati.