Spagna sulla lista nera, Leonardi: «Pochi i ticinesi nel Paese iberico»

SwissTXT / pab

5.8.2020 - 21:03

Una spiaggia di Benidorm, a sud di Valencia, il 29 luglio.
Keystone

L'introduzione della Spagna nella lista nera a partire da sabato 8 agosto non è un duro colpo per i ticinesi, che quest'anno, secondo gli addetti del settore, stanno preferendo altre mete turistiche. La notizia era nell'aria da qualche giorno e mercoledì è arrivata la conferma.

La decisione non riguarda tutto il territorio nazionale, ma «esclude le isole Canarie e le Baleari, mete tra le più battute dai turisti ticinesi e svizzeri», spiega ai microfoni della RSI Giancarlo Leonardi, responsabile vendite di Kuoni Ticino e delegato cantonale della federazione svizzera delle agenzie viaggio. «Inoltre quest'anno la Spagna non è una destinazione molto richiesta», precisa.

Più gettonate dai ticinesi Cipro, Malta e le isole greche

Ancora impossibile stimare quante persone dovranno rispettare la quarantena al rientro, ma non dovrebbero essere molte. Tanti ticinesi hanno deciso di trascorrere le vacanze in Svizzera, e per chi ha comunque voluto andare all'estero le mete più gettonate sono altre. «Cipro, Malta e le isole greche», aggiunge Leonardi.

Questi aggiornamenti continui della lista dei Paesi a rischio possono preoccupare chi sta per partire. Ci sono Paesi che per via del numero dei contagi potrebbero entrare nella lista prossimamente? «Difficile dirlo - conclude il responsabile vendite di Kuoni Ticino - la situazione può evolversi in qualsiasi momento».

Tornare alla home page