Bocciata la possibilità di congiungere le liste in Ticino

SwissTXT / pab

19.10.2020 - 18:04

«Acquari» e mascherine per i deputati
Source: RSI

La possibilità di congiungere le liste, data per le elezioni federali, non verrà reintrodotta anche per le comunali e cantonali ticinesi, a 18 anni dalla sua soppressione nel 2002.

Per una manciata di voti, il Gran Consiglio ha infatti bocciato la proposta lanciata da Piero Marchesi con un'iniziativa parlamentare del 2019 e contenuta nel rapporto di maggioranza redatto da Lara Filippini. Ha approvato invece il testo della minoranza commissionale, elaborato da Paolo Ortelli.

Erano favorevoli alla modifica della legge sui diritti politici Lega, UDC e PS, mentre si sono opposti in particolare PLR e PPD, che pure si erano alleati in occasione dell'ultimo appuntamento federale.

Il Parlamento tornava a riunirsi a Palazzo delle Orsoline dopo tre sessioni extra muros a Lugano. A separare i deputati, tutti in mascherina, degli «acquari» in plexiglas.

Tornare alla home page

SwissTXT / pab