Amici della Costituzione: si dimettono in blocco i vertici

ats

4.1.2022 - 21:10

I sei membri del consiglio di amministrazione dell'associazione «Amici della Costituzione» hanno deciso di dimettersi. La motivazione fornita è che il dibattito interno ha mostrato come negli ultimi mesi la fiducia reciproca abbia sofferto al punto da bloccare il lavoro dell'organo.

Stando al suo presidente Werner Boxler gli Amici della Costituzione saranno legati al nuovo movimento, ma «non ne saranno la locomotiva».
Werner Boxler ormai ex co-presidente degli Amici della Costituzione.
Keystone/ANTHONY ANEX/ archivio

ats

4.1.2022 - 21:10

Nuove elezioni avranno luogo il più presto possibile, ma non prima della fine di febbraio, si legge in una nota pubblicata sul sito web dell'associazione. I membri dell'attuale comitato esecutivo sono liberi di considerare l'eventualità di ricandidarsi, viene precisato.

«Amici della Costituzione» ha partecipato al lancio dei due referendum contro la legge Covid-19, nonché a quello contro la legge sul terrorismo. L'associazione è stata fondata nel luglio 2020: un anno dopo, stando alle informazioni disponibili sul portale, contava su 11'000 membri.

Il co-presidente si era dimesso lunedì

Dal 1° gennaio, Werner Boxler si è dimesso dalla posizione di co-presidente dell'associazione «Amici della Costituzione». «La mia missione di aver contribuito ad iniziare un movimento collettivo guidato da un ideale democratico è giunta al termine», aveva spiegato nella sua decisione trasmessa lunedì ai media.

«Il movimento è diventato così grande che aspira ad organizzarsi altrimenti, ad offrirsi una nuova direzione verso la quale non mi sento più chiamato, perché non sono mai stato attirato dalla politica come si pratica ai nostri giorni», aveva scritto.

ats