Votazioni

Amnesty, legge sul terrorismo è pericolosa

hm, ats

13.6.2021 - 13:36

Amnesty teme che per le persone ingiustamente accusate la normativa si possa rivelare un incubo kafkiano.
Keystone

La volontà espressa dagli elettori di prevenire la violenza terroristica è comprensibile, ma la normativa approvata oggi in votazione federale rappresenta una pericolosa violazione dei principi costituzionali: lo afferma la sezione svizzera di Amnesty International.

hm, ats

13.6.2021 - 13:36

«La legge non è diretta solo contro le cosiddette minacce terroristiche: può essere anche usata per perseguire la legittima protesta politica», afferma Patrick Walder, dirigente dell'organizzazione, citato in un comunicato odierno.

Con queste disposizioni la Svizzera introduce una definizione vaga di terrorismo, aprendo le porte all'arbitrio da parte della polizia, argomenta AI. La diffusione della paura e del terrore con intenzioni politiche è già considerata come un'attività terroristica: la minaccia di ricorrere alla violenza o di commettere un atto criminale non sono un prerequisito.

«Le persone che saranno erroneamente sospettate dovranno in futuro dimostrare che sono innocue: non solo questo è impossibile, è anche un incubo kafkiano», sostiene Walder. Anche i bambini di 12 anni rischiano di essere sottoposti a misure coercitive e di essere stigmatizzati come terroristi da parte della polizia. E tutto questo senza che vengano formulate accuse o si tengano processi. «Vigileremo attentamente sull'applicazione e ricorderemo al governo le sue promesse, secondo le quali nessun diritto umano verrà violato con l'applicazione della legge», conclude l'esponente di Amnesty International.

hm, ats