C'è tensione

Berna sconsiglia i viaggi in Ucraina, Washington teme un'invasione

cp, ats

12.2.2022 - 12:03

Lanciamissili russo durante un'esercitazione nei pressi del confine con l'Ucraina.
Keystone

Alla luce della crisi Ucraina, la Svizzera mette in guardia i turisti e altri soggetti dal recarsi in questo Paese, a meno che si tratti di viaggi urgenti.

cp, ats

12.2.2022 - 12:03

Lo indicano i consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

La Svizzera è preoccupata per l'aumento delle tensioni ai confini ucraini come anche di un'eventuale escalation militare, stando a un portavoce del DFAE raggiunto da Keystone-ATS.

Tuttavia, un consiglio agli svizzeri di lasciare il Paese è al momento prematuro, sempre stando al Dipartimento diretto dal consigliere federale, Ignazio Cassis. Ciò vale anche per il richiamo in patria del personale che opera all'ambasciata svizzera a Kiev.

La situazione viene comunque monitorata costantemente. In caso di cambiamenti a livello di sicurezza, vengono anche adeguati i consigli di viaggio del DFAE.

Annunciarsi all'ambasciata

Sempre secondo il DFAE, gli svizzeri all'estero dovrebbero annunciarsi all'ambasciata del paese di residenza o al consolato. L'ambasciata a Kiev ha frattanto informato i nostri connazionali sul posto.

I viaggiatori e residenti in Ucraina possono rimanere informati registrando i loro spostamenti sulla piattaforma online «Travel Admin». In questo modo, qualora la situazione dovesse peggiorare, il DFAE ha la possibilità di raggiungere senza indugio i connazionali.

Washington teme un'invasione imminente

Gli Stati Uniti, assieme a Gran Bretagna, Danimarca, Paesi Bassi, Estonia, Lettonia, Nuova Zelanda e Australia hanno invece già esortato i rispettivi connazionali a lasciare il Paese, da mesi al centro di un braccio di ferro tra la Russia e gli Stati Uniti.

Washington teme un'invasione imminente da parte dell'esercito russo, che ha ammassato soldati e mezzi ai confini del vicino ucraino. E la Svizzera ha preso nota di questo avvertimento emesso dagli Stati Uniti.

Frattanto, la diplomazia internazionale è in piena attività nel tentativo di stemperare le tensioni affinché non si giunga a un confronto armato.

cp, ats