Sessione

Camere federali: si lavora su innovazione, molestie e legge Covid-19

cp, ats

17.6.2021 - 07:30

Tra un voto e l'altro, una capatina al Cafe Vallotton di Palazzo federale è d'obbligo per ricaricare le batterie e discutere strategie politiche.
Keystone

Riprendono oggi i lavori alle camere federali, penultimo giorno della sessione estiva. Il Consiglio nazionale si occuperà, tra l'altro, di innovazione.

cp, ats

17.6.2021 - 07:30

Tra gli argomenti in agenda figura anche la legge federale volta a sgravare il bilancio della Confederazione e una mozione che domanda al governo provvedimenti per sostenere le persone in formazione e gli studenti in difficoltà a causa dell'emergenza Covid.

Subito in entrata, il Consiglio degli Stati (dalle 08.15 alle 13.00, anche se non è esclusa una seduta pomeridiana) dovrà pronunciarsi invece (nel pomeriggio toccherà al Nazionale) sulla proposta della conferenza di conciliazione in merito all'ultima divergenza che l'oppone al Nazionale sulla Legge Covid-19.

La camera del popolo ha deciso ieri, adeguandosi ai «senatori», di prolungare gli aiuti alla cultura fino al 31 dicembre, e non fino all'aprile 2022 come voleva all'inizio. Tuttavia, il Nazionale non vuole saperne di inscrivere nella legge che i vaccinati sono liberati dalle restrizioni d'accesso stabilite dal Governo come invece vuole la Camera dei Cantoni.

Il menù prevede anche una mozione che si propone di avviare una campagna contro le molestie nei Politecnici e un'altra mozione che chiede un programma d'impulso per il turismo, settore sconquassato dalla crisi pandemica. Un'altra mozione chiede lo stop alle esportazioni di materiale bellico ai paesi coinvolti nella guerra nello Yemen.

cp, ats