Clima: politici invitati a dire la loro

ATS

20.8.2019 - 13:15

I candidati alle federali potranno esprimersi sulla crisi climatica.
Source: KEYSTONE/WALTER BIERI

Il movimento Sciopero per il clima ha lanciato oggi una propria carta, a due mesi esatti dalle elezioni federali del 20 ottobre. I candidati sono ora invitati a prendere posizione sulle rivendicazioni contenute nel documento e a presentare le loro proposte.

La Carta del clima è una sorta di trattato non vincolante, spiega il movimento in una nota. Tutte le persone in lizza per il Parlamento possono andare sul sito web (klimacharta.ch) e completarla, commentando le richieste e avanzando possibili soluzioni alla crisi ambientale.

Non basterà rispondere con dei semplici «sì» o «no» ai vari punti: i politici sono sollecitati ad occuparsi dell'argomento in profondità. Per consentire un certo lasso di tempo alla riflessione, le risposte dei candidati non saranno pubblicate prima di metà settembre.

La carta è aperta a tutti gli interessati: già venerdì sul portale, disponibile in tedesco, francese e italiano, si potranno leggere i primi pareri di gente comune, non in lista per le federali.

Una delle tre principali rivendicazioni contenute nella carta è che la Svizzera dichiari l'emergenza climatica a livello nazionale. Il movimento, attivo dallo scorso dicembre, chiede inoltre che entro il 2030 non siano più prodotte emissioni di gas serra e la giustizia climatica.

L'obiettivo principale della carta è di promuovere la formazione critica dell'opinione pubblica e offrire una piattaforma per raccogliere le differenti proposte di soluzione. Non ci sarà nessuna etichetta, nessun giudizio di valore e nessuna raccomandazione di voto diretta, precisa il movimento.

Tornare alla home page

ATS