Coronavirus: settore eventi chiede aiuto

ATS

23.10.2020 - 16:33

Il settore degli eventi ha bisogno dell'aiuto della Confederazione.
Source: KEYSTONE/ENNIO LEANZA

Il settore degli eventi chiede alla Confederazione sostegno finanziario immediato per le aziende del ramo. La clausola per i casi di rigore contenuta nella legge Covid-19 deve essere applicata al più presto.

L'aiuto dovrebbe idealmente arrivare ancora in questo autunno, scrivono i rappresentanti del settore in un comunicato odierno. Il timore è che il sostegno arrivi troppo tardi, poiché le aziende stanno finendo i fondi. Secondo un sondaggio effettuato in settembre, la metà delle società calcola che senza finanziamenti dovrà chiudere i battenti.

Gli organizzatori di grandi eventi non capiscono i divieti piovuti in diversi cantoni, quando i concetti di protezione elaborati sono stati giudicati buoni e non si sono registrati contagi in questo tipo di avvenimenti. Un segnale positivo in questo senso è perlomeno arrivato dal Canton Zurigo, che ha rinunciato a un blocco dei grandi eventi, viene sottolineato nella nota.

Secondo la legge Covid-19 la Confederazione può intervenire nei casi di rigore, ovvero quando il fatturato annuo di un'azienda risulta inferiore al 60% di una media pluriennale. Il Cantone interessato deve partecipare alla metà del finanziamento. L'azienda, dal canto suo, deve dimostrare che prima della pandemia gli affari permettevano di sopravvivere.

Tornare alla home page

ATS