Tubercolosi più diffusa in Ucraina

Così Berna cerca di prevenire i rischi di contagio in Svizzera

uri

6.5.2022

Un medico esamina la radiografia di un polmone per gli indicatori di tubercolosi.
Un medico esamina la radiografia di un polmone per gli indicatori di tubercolosi.
archivio Getty Images

In Ucraina contraggono la tubercolosi decisamente più persone che in Svizzera. Per questo motivo, nella Confederazione è in fase di progettazione un'app per cercare di aiutare a determinare il rischio di infezione delle persone accolte nel nostro Paese.

uri

6.5.2022

Gli oltre 40'000 rifugiati ucraini arrivati finora in Svizzera non pongono solo problemi logistici al nostro Paese. Essi rappresentano anche un rischio per la salute: in Ucraina l'incidenza della tubercolosi è infatti più di dieci volte superiore a quella della Svizzera.

Per illustrare i pericoli della malattia infettiva, il Consiglio federale sta progettando un'apposita app. «Verrà presto fornito uno strumento con cui le persone ucraine possono verificare da sole se sono state a rischio infezione», ha detto alla SRF David Keller, capo dello Staff speciale per l'asilo presso l'Ufficio federale per la migrazione. Dopo aver preso in considerazioni vari fattori, l'applicazione indicherà se sarà necessario consultare un medico.

Anche i medici svizzeri sono stati informati dei rischi della malattia, che si diffonde per via batterica, come spiegato alla radio da Otto Schoch del Centro di competenza per la tubercolosi della Lega polmonare. Secondo l'esperto, è importante che tutti ne siano a conoscenza, dal momento che molti rifugiati provenienti dall'Ucraina vengono ospitati da privati.

Pericolo di agenti patogeni multiresistenti

Secondo Schoch, è particolarmente problematico il fatto che molti dei patogeni della tubercolosi siano multiresistenti. In questi casi, le persone infette non potrebbero venire trattate con antibiotici convenzionali, ma dovrebbero essere curate con farmaci di riserva. Il trattamento sarà anche significativamente più costoso, secondo Schoch.

Già a metà aprile, l'associazione medica FMH ha fatto appello ai medici affinché agiscano rapidamente in caso di sintomi e effettuino chiarimenti a causa del problema della tubercolosi. Nella «Schweizerische Ärztezeitung», la FMH ha annunciato che la diagnosi precoce e il trattamento della malattia sono fondamentali, soprattutto al fine di prevenire le infezioni nella cerchia familiare.

Diffusione attraverso goccioline infette

Nel caso di contatti con rifugiati ucraini, i medici dovrebbero effettuare un esame della tubercolosi. Per spiegare la situazione, è disponibile su internet un questionario audiovisivo in ucraino messo a disposizione dei medici.

Il batterio della tubercolosi viene diffuso attraverso goccioline infette. Se non trattata o con resistenza agli antibiotici, la malattia può essere fatale. La tubercolosi può essere curata con un ciclo di antibiotici solitamente di sei mesi. Successivamente, sono necessari controlli per due anni.

Redatto con materiale dell'agenzia di stampa Keystone-SDA