Ultima proiezione: legge sulla caccia verso la bocciatura

ATS

27.9.2020 - 15:17

Si prospetta una bocciatura per la modifica della legge sulla caccia.
Source: KEYSTONE/LAURENT GILLIERON

Si ribalta la situazione riguardo alla modifica delle legge sulla caccia: secondo l'ultima proiezione dell'Istituto Gfs.Bern, incaricata dalla SRF, il «no» è avanti con il 51%.

Inizialmente a prevalere, seppur di poco, sembravano i «sì», ma nel corso dello scrutinio gli esperti hanno notato una tendenza sempre più favorevole agli oppositori.

Anche se la situazione si sta delineando, rimane in forte equilibrio. Fra i primi risultati definitivi, il testo è stato accettato in Ticino (51,45%), Appenzello Interno (70,8%), Grigioni (67,3%) e Glarona (52,7%), mentre è respinto a Sciaffusa con un chiaro 63,3% e a Basilea Campagna con il 57,36%.

La legge attualmente in vigore risale al 1986, quando non erano presenti lupi sul territorio elvetico. Da allora, la popolazione è cresciuta costantemente. Il nuovo testo si pone come obiettivo quello di regolare la coabitazione fra il grande predatore e l'uomo permettendo, in alcuni casi, l'abbattimento.

Tornare alla home page