La conferma

I medici: «Quest'anno influenza e raffreddore tornano molto presto»

Di Monique Misteli

19.9.2022

La stagione influenzale è già iniziata.
La stagione influenzale è già iniziata.
KEYSTONE

Mal di gola, febbre, mal di testa: le segnalazioni di persone malate confinate nel letto di casa si stanno accumulando. La prima ondata d'influenza della stagione è già iniziata?

Di Monique Misteli

19.9.2022

Ogni anno sempre più persone riposano a letto durante i mesi autunnali e invernali. È l'influenza o una forte infezione di origine influenzale a costringerli a letto. E in questi giorni aumentano le segnalazioni di persone malate a casa.

L'ondata influenzale è già iniziata a metà settembre invece di ottobre o novembre come negli anni precedenti? Rakel Kaiser del Humanum-Gesundheitszentrum di Uster (ZH) conferma questa ipotesi.

«Sospettiamo che dopo due anni dalla pandemia, il sistema immunitario non sia più abituato ai soliti virus», afferma il medico di famiglia. Il sistema immunitario funziona come un muscolo che deve essere allenato. L'allenamento è stato annullato a causa delle misure pandemiche, motivo per cui il sistema immunitario sta probabilmente reagendo ai virus dell'influenza un po' prima del solito.

Il fatto che al momento più persone siano ammalate non ha nulla a che fare con il cambio del meteo. «Il nostro corpo può gestirlo abbastanza bene», afferma Kaiser. I diversi virus esistono infatti tutto l'anno. Solo in inverno ci sarebbero più punti di contatto, dove sono più facilmente trasmissibili, perché le persone sono meno all'aperto.

L'influenza e un'infezione di origine influenzale sono spesso confusi

Segni tipici dell'influenza sono l'insorgenza improvvisa di mal di testa, mal di gola e singhiozzo, febbre superiore a 38°C, brividi, vertigini, naso che cola, tosse e dolore al torace, alle articolazioni e ai muscoli. Sono possibili anche sintomi atipici come nausea, diarrea e vomito. La malattia dura dai sette ai 14 giorni.

Un'infezione influenzale, nota anche comunemente come raffreddore o raffreddamento, di solito si manifesta gradualmente ed è caratterizzata da mal di gola, naso che cola e tosse.

L'intensità della stagione influenzale varia di anno in anno. Gli esperti sono curiosi di vedere come se la passerà l'influenza quest'anno dopo che un minor numero di persone è stato infettato negli ultimi due anni a causa della pandemia.

Ecco come ci si protegge dall'influenza

Per prima la cattiva notizia: l'influenza può colpire chiunque. La buona notizia è invece che con la pazienza e il riposo a letto, la malattia di solito scompare da sola.

Come misura preventiva, la dottoressa Kaiser consiglia di rafforzare il sistema immunitario esercitandosi regolarmente all'aria aperta, ventilando più volte al giorno gli spazi chiusi, cercando di evitare lo stress, dormendo a sufficienza e assumendo abbastanza vitamine e sostanze nutritive.

Raccomanda anche di continuare a usare le misure preventive contro la diffusione della pandemia di Covid, come lavarsi le mani regolarmente e tossire nell'incavo del braccio. Perché i virus dell'influenza si diffondono anche più comunemente tramite le goccioline.

L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) e i servizi sanitari cantonali raccomandano la vaccinazione antinfluenzale annuale per le persone a rischio. Questi includono persone di età superiore ai 65 anni, donne in gravidanza, adulti e bambini con malattie croniche.

La protezione dura solo una stagione alla volta e dovrebbe idealmente essere eseguita tra metà ottobre e metà novembre.