A Losanna alcuni spazi saranno off limits ai bambini

ll, ats

14.10.2021 - 18:56

Un cartello informativo sull'inquinamento da diossina nella zona dell'Hermitage a Losanna.
Keystone

Il comune della città sul Lemano ha precisato oggi, giovedì, le misure che intende prendere dopo la scoperta di zone inquinate. 

ll, ats

14.10.2021 - 18:56

In sostanza, ha precisato il comune vodese, solo alcuni spazi molto frequentati dai bambini saranno transennati o protetti da trucioli di legno e teloni. Sarà inoltre chiusa una coltivazione urbana. Le proposte devono ancora essere convalidate dal cantone.

Scoperta in primavera, la presenza di diossina nel terreno interessa buona parte della città di Losanna. La fonte è verosimilmente l'ex impianto di incenerimento del quartiere di Vallon, che era situato nel cuore del capoluogo ed è rimasto in funzione fino al 2005, per poi essere smantellato.

Diossine e furani

Le analisi supplementari effettuate dalla città hanno rivelato sette nuovi siti comunali inquinati da diossine e furani. Si tratta in particolare di due asili, due scuole e un parco giochi, precisa una nota odierna del municipio.

Per gli asili interessati, si intende coprire con trucioli di legno e teloni le aree sensibili, per impedire impedire ai piccoli l'ingestione di terra, spiega il comune. Ci saranno anche cartelli informativi e barriere che impediscono l'accesso ad alcune aree di gioco.

Orti e giardini domestici meno colpiti

Sono state analizzati anche sedici coltivazioni della città. Cinque proprietari saranno informati sulle raccomandazioni relative al consumo di cucurbitacee (zucca, zucchine, ecc), che accumulano diossine, nonché per le uova di galline allevate in certe zone.

Per l'unico posto che supera la soglia dei 100 ng TEQ/kg, la città propone la chiusura in attesa di una decisione cantonale. Gli orti e i giardini domestici sembrano essere meno colpiti. Nessuno ha superato la soglia in questione.

Acqua non inquinata

Il comune conferma poi che l'acqua di Losanna non è interessata dall'inquinamento. Le diossine sono infatti stabili nel suolo e poco solubili in acqua. Sono concentrate negli strati superiori del terreno e non evaporano.

Sulla base dei 126 siti controllati il perimetro interessato dall'inquinamento si estende su gran parte del territorio losannese, dal centro fino a Sauvabelin, ma anche nella parte sud dei comuni di Le Mont-sur-Lausanne e di Epalinges. I comuni di Pully e Prilly sono invece solo marginalmente interessati.

ll, ats