Nez Rouge: nel 2021 attive solo 9 sezioni su 24, Ticino compreso

fc, ats

6.10.2021 - 11:05

Quest'anno attive 9 sezioni su 24
Keystone

Solo nove sezioni di Nez Rouge su ventiquattro – ma l'anno scorso il servizio non era stato organizzato – dovrebbero partecipare quest'anno alle operazioni previste per la fine dell'anno.

fc, ats

6.10.2021 - 11:05

Lo indica l'associazione precisando che i volontari dovranno essere in possesso del certificato Covid. Le persone riaccompagnate a casa dovranno indossare una mascherina.

In una nota l'associazione precisa che in questo 2021 la copertura quasi nazionale non potrà essere assicurata: attualmente solo 9 sezioni, compresa quella ticinese, si stanno preparando per l'Operazione Nez Rouge 2021. L'associazione prevede tuttavia anche in queste regioni una riduzione del numero di volontari iscritti con una conseguente diminuzione del numero di serate servite.

«Importata» dal Quebec (Canada), l'idea Nez Rouge ha per obiettivo la prevenzione e la sensibilizzazione per ridurre il numero di incidenti stradali. Durante le festività natalizie volontari riportano a casa le persone troppo stanche, che hanno bevuto in eccesso, o hanno assunto droghe o medicamenti.

L'operazione ha avuto i suoi esordi nel 1990 in Svizzera, nel canton Giura, dove ha tuttora sede – a Porrentruy – l'organizzazione a livello nazionale. La federazione svizzera conta 24 sezioni regionali, di cui una Ticino e una nel canton Grigioni.

Dal 1990 al 2019 – l'anno scorso a causa della pandemia in servizio non è stato offerto – a livello nazionale i trasporti sono stati in tutto oltre 238 mila, effettuati da più di 170 mila volontari per un totale di quasi mezzo milione di persone accompagnate e oltre 9 milioni di chilometri percorsi.

fc, ats