Partiti

Presidenza PLR: Thierry Burkart solo candidato

bt, ats

16.8.2021 - 09:40

Le porte della presidenza del PLR appaiono spalancate per Thierry Burkart.
Le porte della presidenza del PLR appaiono spalancate per Thierry Burkart.
Keystone

Thierry Burkart non avrà avversari nella corsa alla presidenza del PLR: il consigliere agli Stati argoviese è infatti il solo candidato alla successione di Petra Gössi. Lo ha comunicato oggi il partito al termine della scadenza per annunciarsi.

bt, ats

16.8.2021 - 09:40

Burkart, 45enne di Baden, ha informato la commissione cerca di voler guidare il partito con una squadra di vicepresidenti forte e diversificata, si legge in una nota. Tale ampliamento dei vertici auspicato dal «senatore» richiederebbe una modifica degli statuti da parte dell'assemblea dei delegati.

Secondo i desideri di Burkart, questa squadra andrebbe composta dal consigliere agli Stati Andrea Caroni (AR) e dal consigliere nazionale Philippe Nantermod (VS), entrambi attuali vicepresidenti, nonché dalla consigliera agli Stati Johanna Gapany (FR) e dal consigliere nazionale Andri Silberschmidt (ZH).

Il 13 settembre, il candidato si sottoporrà ad una prima audizione da parte della Conferenza dei presidenti cantonali del partito. Una seconda audizione avrà luogo il 1° ottobre e i delegati procederanno alla designazione di Burkart all'assemblea prevista il giorno seguente.

Gössi aveva reso noto le proprie dimissioni dalla testa del PLR entro fine 2021 lo scorso 14 giugno. La consigliera nazionale svittese è rimasta in carica oltre cinque anni.

Burkart, avvocato di professione e appartenente all'ala destra dei liberali-radicali, è stato eletto in Consiglio nazionale nel 2015, prima del salto, quattro anni dopo, in Consiglio degli Stati. Precedentemente all'esperienza in quel di Berna, è stato membro del Gran Consiglio del suo cantone dal 2001 al 2015, presiedendolo nel 2014. Inoltre, fra il 2010 e il 2013 ha guidato il PLR argoviese.

Interessato all'incarico era anche il consigliere nazionale sangallese Marcel Dobler, che si è però ritirato per appoggiare la candidatura di Burkart. In una nota, il deputato ha spiegato che sarebbe stato disposto a fare un passo avanti se nessun altro nome adatto si fosse reso disponibile.

bt, ats