Ricatto Berset: procuratore straordinario per fuga notizie

nw, ats

28.9.2021 - 16:27

Un procuratore straordinario verrà nominato per esaminare la denuncia del MPC nel quadro del caso di ricatto nei confronti del consigliere federale Alain Berset.
Keystone

L'Autorità di vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione (AV-MPC) ha deciso di nominare un procuratore straordinario per esaminare la denuncia del MPC nel quadro del caso di ricatto nei confronti del consigliere federale Alain Berset.

nw, ats

28.9.2021 - 16:27

Una persona «competente» sarà nominata il prima possibile.

La denuncia prende avvio da un articolo pubblicato dalla rivista «Weltwoche», contenente dettagli segreti sul caso, e riguarda la violazione del segreto d'ufficio. Dato che l'autore della fuga di notizie potrebbe essere chiunque, anche procuratrici o procuratori, la giurisdizione è dell'AV-MPC, che nominerà quindi la persona adatta alla conduzione dell'indagine.

Nel dicembre del 2019 Alain Berset è stato vittima di un tentativo di estorsione da parte di una donna, sua ex conoscente. Il consigliere federale ha sporto denuncia al MPC. La donna aveva minacciato Berset di divulgare foto e corrispondenza privata tra lei e il ministro. In cambio voleva 100'000 franchi. Tutto ciò ha portato all'arresto, il 13 dicembre del 2019, e all'apertura di un procedimento penale, conclusosi con una condanna definitiva nel settembre del 2020.

La «Weltwoche» ha parlato di dossier segreti di indagine con dettagli sul caso. Il settimanale, che ha stretti legami con l'UDC, ha accusato il consigliere federale socialista di usare il personale federale per trattare una questione privata e quindi di «sperperare il denaro dei contribuenti».

nw, ats